Optometria

Tutto sul Training Visivo:

L’optometria in Italia

Nel 2017 in Italia vi erano sette facoltà statali che rilasciavano la laurea triennale optometria, inquadrate nelle facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali. A differenza di altri paesi europei dunque, il corso non è inquadrato nelle facoltà para-sanitarie. Per questo motivo, nel nostro paese, l’optometria non è ancora riconosciuta come attività professionale a sé stante.

Perché si ricorre ad un optometrista?

La vista è un processo funzionale che si sviluppa fin dalla nascita. Il compito dell’optometrista è di verificare con diversi test visivi se vi siano delle facoltà visive non complete o assenti. Ogni processo di apprendimento viene influenzato da fattori ambientali e da diversi problemi di apprendimento. Nell’uomo, l’apprendimento di informazioni è per l’80% di natura visiva (A. Gesell Ph Dr., Med. Dr.) e per questo il test optometrico ha un grande valore.

Optometria funzionale – il nostro punto forte

L’optometria funzionale si occupa di problemi funzionali di occhi sani che si sono verificati a causa di un disturbo alla visione o di un alterato sviluppo del sistema visivo. Con un training visivo specifico, l’optometria funzionale può riportare flessibilità nelle competenze visive, eliminando lo “stress visivo” e lo squilibrio creatisi, e riportando la visione in equilibrio.

Chi ricorre all’optometrista?

  • Bambini e adulti con problemi generali alla vista che non sono risolvibili con gli occhiali o la lente a contatto.
  • Tutti coloro che hanno un principio di miopia o già manifesta, in modo da stabilizzarla o ridurla.
  • Tutti quelli che soffrono di occhio pigro (ambliopia).
  • Tutti quelli che vogliono evitare gli occhiali o rimandare l’uso degli occhiali da lettura.
  • Tutti coloro che svolgono un lavoro per il quale gli occhi sono molto importanti (lavoro al videoterminale, lavori di meccanica fine ecc.)
  • Tutti coloro che hanno scarsa o poca concentrazione, con mal di testa durante il lavoro o a fine giornata, con bruciore o eccessiva lacrimazione.
  • Tutti coloro che hanno problemi di percezione tridimensionale. Con limitata funzionalità della visione centrale e/o periferica
  • Tutti quelli che hanno cattive prestazioni sportive che sono da ricondurre alla visione.

In cosa consiste un esame optometrico?

Con l’aiuto di svariati test optometrici cerchiamo di trovare le eventuali disfunzioni presenti nel sistema visivo. Grazie ai 21 punti dell’Optometric Extension Program (OEP) possiamo controllare le funzioni visive sia da lontano che da vicino. Solo su appuntamento.

Cosa si „legge“ da queste informazioni?

La relazione di stress visivo, quindi le riserve del sistema visivo a fronte del livello di frustrazione visiva. Da questo risulta quando ci sarà un collasso del sistema visivo. In questo modo riusciamo ad avere un quadro chiaro delle capacità e possibilità del sistema visivo, e vediamo come l’ambiente incide sulla sua modifica così come sullo sviluppo percettivo. Se necessario, proponiamo una correzione e/o un training visivo.

Perché viene consigliata la collaborazione con altre figure professionali?

L’uomo è un’unità. In tal senso, diversi fattori possono causare un problema alla visione o esserne la concausa, e grazie ad una buona collaborazione con altri specialisti come oculisti, pediatri, osteopati, fisioterapisti, ergoterapisti, logopedisti, psicologi ecc. tale problema può essere risolto in maniera più veloce e facile.

Quanto dura un test?

Il test dura 90 minuti ed è necessario prendere un appuntamento.

Sport Vision

Sport Vision consiste nella possibilità di migliorare le proprie competenze visive in modo che incidano positivamente sulle prestazioni sportive. Lo sport ad alto livello non necessita solo di efficienza fisica ma anche di una buona visione e della coordinazione oculare di cui si richiede un alto rendimento. Soprattutto negli sport ad alta velocità (sci, motociclismo, automobilismo, tennis e altri sport con la palla), la base per avere successo è avere una coordinazione occhio-mano ben sviluppata. In questo senso, grazie a Sport Vision gli sportivi professionisti ma anche atleti dilettanti hanno la possibilità di migliorare le proprie competenze.

Syntonic Optometria

Si tratta di una tecnica non invasiva e rapida. Essa funziona attivando specifiche lunghezze d’onda di luce che richiedono poco impegno per gli occhi. Da ormai 80 anni l’optometria clinica ha successo nelle disfunzioni visive e cognitive, compresi lo strabismo, l’ambliopia, problemi di messa a fuoco e di convergenza, problemi di apprendimento e effetti dello stress, lesioni cerebrali e disturbi emotivi / affettivi.

Syntonic è basato su principi scientifici. Foto-modulazione organica, ovvero la scienza della luce, è una delle aree di rapida crescita nella ricerca scientifica e clinica.

Diversi studi effettuati da parte di optometristi hanno evidenziato gli effetti della luce sull’apprendimento nei bambini e sulla loro visione. Questi studi hanno dimostrato che la Syntonic, in relativamente poco tempo, può migliorare abilità visive, visione periferica, memoria, comportamento, stato d’animo e implementazione generale nonché risultati accademici. Dimostra anche che bambini con difficoltà di apprendimento hanno una ridotta sensibilità per la visione periferica. Durante e dopo la Syntonic a base di colore, gli utenti hanno un miglioramento della visione periferica come anche delle abilità visive e di apprendimento.

Link sugli studi effettuati da Steven J. Ingersoll, O.D. Thierry Tillemont, Emmanuelle Grizard, Chuck Stockwell : ”Syntonics as reading enhancement techniques at the Livingston Developmental Academy“.

Per quanto riguarda la Syntonic Optometria, non siamo tanto interessati agli aspetti visivi o percettivi dei colori quanto agli effetti energetici e fisici che le frequenze elettromagnetiche arrecano a stati e processi biologici.

Certi filtri che la Syntonic Optometria usa, rappresentano un’ampia larghezza dello spettro, mentre altri una larghezza di banda molto limitata.

Citazione di H.R. SPITLER…  

”Syntony è lo stato dell’essere, che è registrato a una certa lunghezza d’onda.”

Tutto sul Training Visivo:

L’optometria in Italia

Nel 2017 in Italia vi erano sette facoltà statali che rilasciavano la laurea triennale optometria, inquadrate nelle facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali. A differenza di altri paesi europei dunque, il corso non è inquadrato nelle facoltà para-sanitarie. Per questo motivo, nel nostro paese, l’optometria non è ancora riconosciuta come attività professionale a sé stante.

Perché si ricorre ad un optometrista?

La vista è un processo funzionale che si sviluppa fin dalla nascita. Il compito dell’optometrista è di verificare con diversi test visivi se vi siano delle facoltà visive non complete o assenti. Ogni processo di apprendimento viene influenzato da fattori ambientali e da diversi problemi di apprendimento. Nell’uomo, l’apprendimento di informazioni è per l’80% di natura visiva (A. Gesell Ph Dr., Med. Dr.) e per questo il test optometrico ha un grande valore.

Optometria funzionale – il nostro punto forte

L’optometria funzionale si occupa di problemi funzionali di occhi sani che si sono verificati a causa di un disturbo alla visione o di un alterato sviluppo del sistema visivo. Con un training visivo specifico, l’optometria funzionale può riportare flessibilità nelle competenze visive, eliminando lo “stress visivo” e lo squilibrio creatisi, e riportando la visione in equilibrio.

Chi ricorre all’optometrista?

  • Bambini e adulti con problemi generali alla vista che non sono risolvibili con gli occhiali o la lente a contatto.
  • Tutti coloro che hanno un principio di miopia o già manifesta, in modo da stabilizzarla o ridurla.
  • Tutti quelli che soffrono di occhio pigro (ambliopia).
  • Tutti quelli che vogliono evitare gli occhiali o rimandare l’uso degli occhiali da lettura.
  • Tutti coloro che svolgono un lavoro per il quale gli occhi sono molto importanti (lavoro al videoterminale, lavori di meccanica fine ecc.)
  • Tutti coloro che hanno scarsa o poca concentrazione, con mal di testa durante il lavoro o a fine giornata, con bruciore o eccessiva lacrimazione.
  • Tutti coloro che hanno problemi di percezione tridimensionale. Con limitata funzionalità della visione centrale e/o periferica
  • Tutti quelli che hanno cattive prestazioni sportive che sono da ricondurre alla visione.

In cosa consiste un esame optometrico?

Con l’aiuto di svariati test optometrici cerchiamo di trovare le eventuali disfunzioni presenti nel sistema visivo. Grazie ai 21 punti dell’Optometric Extension Program (OEP) possiamo controllare le funzioni visive sia da lontano che da vicino. Solo su appuntamento.

Cosa si „legge“ da queste informazioni?

La relazione di stress visivo, quindi le riserve del sistema visivo a fronte del livello di frustrazione visiva. Da questo risulta quando ci sarà un collasso del sistema visivo. In questo modo riusciamo ad avere un quadro chiaro delle capacità e possibilità del sistema visivo, e vediamo come l’ambiente incide sulla sua modifica così come sullo sviluppo percettivo. Se necessario, proponiamo una correzione e/o un training visivo.

Perché viene consigliata la collaborazione con altre figure professionali?

L’uomo è un’unità. In tal senso, diversi fattori possono causare un problema alla visione o esserne la concausa, e grazie ad una buona collaborazione con altri specialisti come oculisti, pediatri, osteopati, fisioterapisti, ergoterapisti, logopedisti, psicologi ecc. tale problema può essere risolto in maniera più veloce e facile.

Quanto dura un test?

Il test dura 90 minuti ed è necessario prendere un appuntamento.

Sport Vision

Sport Vision consiste nella possibilità di migliorare le proprie competenze visive in modo che incidano positivamente sulle prestazioni sportive. Lo sport ad alto livello non necessita solo di efficienza fisica ma anche di una buona visione e della coordinazione oculare di cui si richiede un alto rendimento. Soprattutto negli sport ad alta velocità (sci, motociclismo, automobilismo, tennis e altri sport con la palla), la base per avere successo è avere una coordinazione occhio-mano ben sviluppata. In questo senso, grazie a Sport Vision gli sportivi professionisti ma anche atleti dilettanti hanno la possibilità di migliorare le proprie competenze.

Syntonic Optometria

Si tratta di una tecnica non invasiva e rapida. Essa funziona attivando specifiche lunghezze d’onda di luce che richiedono poco impegno per gli occhi. Da ormai 80 anni l’optometria clinica ha successo nelle disfunzioni visive e cognitive, compresi lo strabismo, l’ambliopia, problemi di messa a fuoco e di convergenza, problemi di apprendimento e effetti dello stress, lesioni cerebrali e disturbi emotivi / affettivi.

Syntonic è basato su principi scientifici. Foto-modulazione organica, ovvero la scienza della luce, è una delle aree di rapida crescita nella ricerca scientifica e clinica.

Diversi studi effettuati da parte di optometristi hanno evidenziato gli effetti della luce sull’apprendimento nei bambini e sulla loro visione. Questi studi hanno dimostrato che la Syntonic, in relativamente poco tempo, può migliorare abilità visive, visione periferica, memoria, comportamento, stato d’animo e implementazione generale nonché risultati accademici. Dimostra anche che bambini con difficoltà di apprendimento hanno una ridotta sensibilità per la visione periferica. Durante e dopo la Syntonic a base di colore, gli utenti hanno un miglioramento della visione periferica come anche delle abilità visive e di apprendimento.

Link sugli studi effettuati da Steven J. Ingersoll, O.D. Thierry Tillemont, Emmanuelle Grizard, Chuck Stockwell : ”Syntonics as reading enhancement techniques at the Livingston Developmental Academy“.

Per quanto riguarda la Syntonic Optometria, non siamo tanto interessati agli aspetti visivi o percettivi dei colori quanto agli effetti energetici e fisici che le frequenze elettromagnetiche arrecano a stati e processi biologici.

Certi filtri che la Syntonic Optometria usa, rappresentano un’ampia larghezza dello spettro, mentre altri una larghezza di banda molto limitata.

Citazione di H.R. SPITLER…  

”Syntony è lo stato dell’essere, che è registrato a una certa lunghezza d’onda.”